Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Privacy

Informativa ai genitori dal CdI

Gent.mi Genitori, come Presidente del Consiglio dIstituto, in rappresentanza della componente genitori, in relazione al periodo emergenziale che stiamo attraversando e in seguito alle richieste pervenute da alcuni genitori dell'Istituto e dalle nostre inoltrate al Dirigente, in merito alla didattica a distanza, alla valutazione degli alunni e alle modalità di ripresa dell'attività didattica previste per la riapertura della Scuola a settembre, riportiamo nel seguente documento una sintesi delle informazioni che abbiamo ricevuto dal Dirigente.

DIDATTICA A DISTANZA (DAD) 1. La piattaforma ufficiale LIstituto ha adottato dal 5 marzo 2020 la piattaforma *Edmodo *per la Scuola Secondaria di primo grado (S.S.I^G), mentre tutti i docenti della scuola primaria non hanno ritenuto opportuna/necessaria lattivazione della piattaforma Edmodo per le loro classi. Di conseguenza, la richiesta di adozione da parte dell'Istituto di una piattaforma online uniforme, non è stata possibile per lasciare libertà di scelta di un qualunque tipo di piattaforma fosse alle maestre più congeniale e, soprattutto, più efficace per i bambini della scuola primaria (dove, oggi, nella quasi totalità si usa Axios e una minoranza di maestre usa la piattaforma Weschool ). Relativamente alle predette piattaforme, non sussiste alcun problema connesso alla privacy utilizzata, così come ribadito nel provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali adottato il 26 marzo 2020, nel quale si conferma la libera scelta da parte delle scuole sullutilizzo delle piattaforme web. 2. Didattica a distanza (DAD) In relazione alle modalità prescelte in merito alla didattica a distanza il Dirigente ha rimandato alle indicazioni fornite dai diversi provvedimenti e circolari adottati in merito e che in questo periodo si sono succedute nel tempo: - la nota prot. 388 del 17 marzo 2020 del M.I. nel quale si evidenzia che Attraverso tale rimodulazione (della didattica), ogni docente riprogetta in modalità a distanza le attività didattiche, evidenzia i materiali di studio e la tipologia di gestione delle interazione con gli alunni Il Consiglio di classe resta competente nel ratificare le attività svolte e compiere un bilancio di verifica; -  le circolari emanate dal Dirigente e pubblicate sul sito della Scuola n. 339, 342 e 343; -  il  recente D.M. 22 dell8 aprile 2020 nel quale si dispone che il personale docente assicura comunque le prestazioni didattiche nelle modalità a distanza, utilizzando strumenti informatici o tecnologici a disposizione. Il Dirigente ha, inoltre, ribadito che la libertà dinsegnamento va salvaguardata e, pertanto, le modalità di svolgimento della didattica a distanza non possono essere imposte, così come la rigidità dellorario delle prestazioni. Fare o meno video lezioni rappresenta una libera scelta del docente ancorché fortissimamente desiderata e auspicata dal Dirigente, così come evidenziano nelle predette circolari e ribadito nellultimo Collegio dei docenti del 20.04.2020, tuttavia il discrimine, nelleffettuazione o meno di video lezioni, risiede esclusivamente nella sensibilità, nella volontà, nelle abitudini e anche nelle propensioni del singolo docente. Nella scuola primaria, considerata la peculiarità della stessa e la specificità dei suoi obiettivi, la video lezione rappresenta una ulteriore espressione della didattica a distanza. Infine, sostiene ancora il Dirigente, la pianificazione della didattica a distanza è attribuzione del Collegio dei Docenti, dei singoli Consigli di classe e di interclasse e lorganizzazione dellorario delle video lezioni e la relativa comunicazione alle famiglie è unicamente in capo ai Consigli di classe. Gli interventi in favore degli alunni diversamente abili sono curati dalle docenti FFSS della scuola primaria e della S.S.I^G. In particolare, per la S.S.I^G la totalità degli alunni con disabilità frequentanti la scuola svolgono attività di DAD dalla prima settimana di attivazione della stessa con lutilizzo delle le tecnologie messe in essere dalla scuola per garantire a ciascun alunno le pari opportunità educative e la giusta accoglienza. I docenti di sostegno, concordate con le famiglie e con i Cdc le giuste strategie, hanno ripianificato una nuova didattica adeguata alle esigenze di ogni ragazzo con disabilità ed hanno fatto in modo di rendere il più accessibile possibile la classe virtuale nella quale è presente lalunno con disabilità (come già indicato nelle rimodulazioni del PEI agli atti dellIstituto). Tali attività sono costantemente monitorate. Inoltre è allo studio la possibilità offerta agli studenti con disabilità tesa a offrire degli incontri a distanza con gli operatori OEPA. Sono in corso, infatti, accordi tra le docenti di sostegno e i genitori interessati per la pianificazione degli interventi. In riferimento alla pianificazione degli interventi da adottare per garantire l'adeguatezza dei locali e il distanziamento sociale in vista della riapertura a settembre anche in relazione alla sanificazione quotidiana degli ambienti scolastici e soprattutto dei bagni, oggi più che mai necessaria, Il Dirigente ha informato i genitori che, al momento, ancora non sono state fornite informazioni ufficiali in merito e che sono allo studio varie ipotesi per evitare improbabili doppi turni. Unipotesi molto accreditata è il tipo di didattica blended, che prevede la presenza quotidiana in aula di 10-12 alunni per classe, a giorni alterni; gli alunni verrebbero, quindi, a scuola 2 o 3 volte a settimana, a settimane alterne, e 2 o 3 volte a settimana, sempre a settimane alterne, seguirebbero video lezioni da casa, in diretta, (ricreazione e giochi compresi) svolte nelle rispettive aule, con lopportunità di partecipare, parlare con i compagni e i docenti e, probabilmente, sentirsi meno soli. Inoltre, ci si continua a relazionare con il Municipio XII al fine di conoscere se interventi di edilizia scolastica, anche in relazione alla prevenzione del contagio, siano previsti e ritenuti necessari . Rispetto ai lavori di manutenzione già programmati e finanziati che coinvolgono lIstituto, il Dirigente che ha già sollecitato il Municipio con note del 18 aprile e del 28 aprile, subito dopo la conversione in legge (L n. 18/2020) del Decreto Cura Italia- è in attesa di essere convocato presso il Municipio XII al fine di essere informato sulle modalità e le tempistiche degli interventi previsti nellIstituto. La Presidente del Consiglio dIstituto lo accompagnerà e presenzierà allincontro a nome di tutti i genitori. RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA  Il Dirigente non ha convocato il Consiglio dIstituto nel periodo di inizio del contagio, dal momento che non né era prevista né necessaria la convocazione dello stesso in materia di rimodulazione della programmazione a distanza. Stesso comportamento è stato adottato per la convocazione straordinaria dei Consigli di classe e interclasse ai sensi del D.Lgs. n. 297/1994, art. 5 comma 6, che prevede la sola presenza dei docenti per la realizzazione del coordinamento didattico e dei rapporti interdisciplinari. Gli stessi Consigli di classe sono stati momenti di esclusiva riflessione didattica e hanno trattato argomenti di natura eminentemente didattica in preparazione del Collegio dei Docenti necessario per lapprovazione dei criteri di valutazione a distanza. La componente dei genitori parteciperà alle prossime riunioni già calendarizzate nel piano di attività, così come indicato nella circolare di convocazione dei Consigli di interclasse n. 360, presente sul sito. A breve sarà, inoltre, convocato anche il CDI. In merito ai colloqui dei genitori con i docenti, il Dirigente ha fatto sapere di non aver ritenuto di dover imporre giorni e orari dei colloqui ma ha fornito indicazioni agli stessi docenti di contattare i genitori in caso siano state riscontrate difficoltà. Inoltre, ha chiesto ai docenti di venire incontro in ogni modo alle richieste che possono essere avanzate da ciascun genitore al docente tramite il registro elettronico e anche la piattaforma Edmodo per la SSI^G. al fine di organizzare, dove necessario, incontri da remoto allora e nel giorno più favorevole per tutti. La segreteria, in ultimo, continua a operare da remoto ed è quindi possibile contattarla tramite posta elettronica essendo stati assicurati tutti i servizi allutenza. Dal 4 maggio 2020, seppur con personale ridotto, e con tutte le misure di prevenzione previste, riprenderà a funzionare. Sarà concesso accedere al pubblico esclusivamente previo appuntamento, nel rispetto delle precauzioni tese al contenimento del virus. VALUTAZIONE DEI DOCENTI Il Dirigente ha evidenziato che il Collegio dei docenti della SSI^G e il Collegio dei Docenti della scuola primaria del 20.04.2020 hanno adottato criteri diversi per la valutazione della didattica a distanza che hanno integrato quelli preesistenti nel PtOF dellIstituto, dei quali rappresentano un addendum e che al Consiglio dIstituto spetta la delibera di approvazione del PtOF (L.107/2015 art.1 comma 14) Non appena deliberati dal Consiglio dIstituto diventeranno parte integrante del PtOF a.s. 2019/20. DISPOSITIVI INFORMATICI Il Dirigente ha fatto richiedere alle famiglie dai docenti di interclasse e dei Consigli di classe le effettive necessità dei dispositivi elettronici, indispensabili per fruire della DAD; i nominativi delle famiglie interessate, per ciascuna classe, sono stati riportati nei rispettivi verbali. E stato possibile soddisfare le richieste presentate. Inoltre, con fondi derivanti dai finanziamenti dal Ministero dellIstruzione, la Scuola ha acquistato 25 notebook e attraverso la redazione di un progetto P.O.N., l’Istituto ha ricevuto ulteriori € 13.000,00 destinati all’acquisto di altri dispositivi informatici. Il presidente e la componente dei genitori del Consiglio di Istituto